Terremoto in Abruzzo -LA MIA ESPERIENZA-

Terremoto in Abruzzo -Che esperienza di vita- 

La Protezione Civile di Mestre, dopo che avevo espresso la voglia di partecipare, come cuoca, alle tendopoli dei terremotati, mi chiama.

Si parte sabato 6 giugno 2009 alle 05.30 del mattino, siamo in due auto totale 9 persone, ci presentiamo e via…alle 13.30 siamo al campo di Pianola al COM4 (centro operativo misto) assieme ai volontari di Vicenza.

Mangio velocemente un piatto di pasta ed alle 14.00 inizia la mia avventura come volontaria in Abruzzo.

Mi metto subito alle prese con pentole e pentoloni da lavare e preparare il caffè per rimboccare i thermos sempre in funzione…poi si passa subito alla preparazione della cena per 230 persone fino alle 18.00, ora posso andare a disfare lo zaino e prepararmi per la notte, ho solo mezz’ora, poi si ritorna in cucina fino alle 22.30 senza sosta.

Prima di andare a dormire, con Furio e gli altri decidiamo il da farsi per il domani, alle 05.30 la sveglia per andare a preparare le colazioni e la distribuzione iniziava alle 07.00 fino alle 09.30, poi nel frattempo preparazione del pranzo: 1 primo, 1 secondo e 5 contorni…il menù era standard per tutti i giorni della mia permanenza, inoltre si preparava anche la cena ed i secondi per il giorno dopo.


Eravamo occupati ...
Read More
Breve Storia del CNGEI “Scautismo italiano dal 1912”

Breve storia del CNGEI nello scenario italiano

Le prime attività dei Giovani Esploratori Italiani – G.E.I. – iniziarono a Roma nel 1912 presso la società Podistica Lazio, da cui ebbe origine il C.N.G.E.I., ufficialmente fondato a Roma il 30 giugno 1913 da Carlo Colombo.

Il Corpo si sviluppò su tutto il territorio nazionale, incorporando inizialmente tutti i Boy Scouts italiani, tra cui quelli aderenti al R.E.I. (Ragazzi Esploratori Italiani), che già nel 1910 avevano portato nel nostro Paese la prima uniforme scout ispirandosi all’organizzazione inglese di Sir Robert Baden Powell.

Nel settembre del 1914 vennero costituite le sezioni femminili, che andranno a costituire l’U.N.G.E.I. – Unione Nazionale Giovinette Esploratrici Italiane.

Dal 5 maggio 1915 il G.E.I...

Read More
La Formazione degli Adulti nel CNGEI

La Formazione degli Adulti nel CNGEI

Il C.N.G.E.I. affida i propri giovani iscritti ad educatori preparati attraverso corsi organizzati dal settore formazione e riconosciuti dalle due Organizzazioni Mondiali (WOSM e WAGGGS). 
Nello stesso spirito viene anche curata la formazione dei dirigenti e vengono adottate le più opportune iniziative per permettere agli adulti che aderiscono al movimento senza aver percorso la progressione scout di apprendere il metodo al fine di ricoprire tutti i ruoli previsti dall’associazione.
Il Responsabile Nazionale alla Formazione promuove ogni anno, a seconda delle esigenze dell’associazione, o anche di singole regioni o Sezioni, corsi di  formazione per tutti gli adulti, e promuove e organizza, con frequenza sufficiente alle esigenze del C.N.G.E.I...
Read More
Breve storia della Formazione Capi

La storia

Figura 1: Viezzoli tiene una sessione a SoriLa Nascita 
Durante il Congresso di Torino, nell’agosto 1948, viene nominata la “Commissione per la Scuola GEI” che, dopo un convegno tenutosi in novembre a Roma, annuncia la fondazione della Scuola Capi ed emana le direttive per il 1° Corso intitolato “Gigliucci” per ricordare la munifica donazione (che ospiterà la scuola per 3 anni). 

P.Bellegati, A.Viezzoli, A.Marzot, D. Borrani, F. Strozzi, C.BabaritoIl distintivo della donazione di SoriLa prima scuola  
Il 29 agosto 1949, dopo 24 anni dall’esperienza di Cainallo, Antonio Viezzoli coadiuvato da “insegnanti” illustri, inaugura quella Scuola Nazionale per Capi che dirigerà con amore e competenza sino al 1976. 

I primi corsi  
Le foto di corso delle prime scuole capi 
Il corso del 1949Il corso del 1950 

 

 

 

 

Il corso del 1951La suddivisione delle stanze dei corsi a Sori


Il Motto della Formazione
 
Durante il 1° Corso, l’allievo Luigi Scaraglio di Rapallo (GE) scrive sul “libro d’oro” della scuola:”Nuovi cep...

Read More
Chi sono i ROVER?

Rover “ragazzi e ragazze dai 16 ai 19 anni”

“Il roverismo è gioia nel far bene  le piccole cose e nel vivere assieme l’essenzialità della strada”

 

Rover, cuore fra le nuvole e piedi sulla roccia!

Età: 15/16 – 18/19

E’ un età particolare ed importante, nella quale si vuole avere “comprensione del mondo”: la nostra proposta è quella di un gruppo misto (Compagnia) che, costruendo assieme un cammino comune, si confronta con le esperienze e dove il capo è un componente del gruppo che vive con loro le avventure.

 
 

Il CAMMINO non è solo quello intellettuale ma ha anche forti momenti fisici (Hike) in cui si possono sperimentare i propri limiti e conoscere posti sempre diversi e nuovi. Un momento in cui si conosce ciò che ci circonda e si impara a conviverci.

 

Questo...

Read More
Chi sono gli ESPLORATORI?

Esploratori “ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni”

Branca E” sta per “Branca esploratori ed esploratrici”, ovvero ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni, ed ha la durata di 4 anni all’interno del cammino scout.
Il punto di forza della Branca E è il condire tutte l’attività con l’Avventura; per questo la vita degli esploratori/trici si svolge prevalentemente all’aria aperta, a contatto con l’ambiente e con la natura, ideale per lo svolgimento di ogni attività, che siano esse statiche o di movimento.
Nelle attività molto tempo è anche dedicato al gioco; si gioca in mondi fantastici e molto spazio è lasciato alla fantasia ed alla creatività dei ragazzi che a questa età non è di certo esaurita!
In Branca E, gl...
Read More
Chi sono i LUPETTI?

Lupetti “bambini e bambine da 8 ai 12 anni”

 

Bambini e Bambine dagli 8 ai 12 anni, nel CNGEI, si riuniscono in gruppi di circa 25/30 bambini per giocare il grande gioco del Lupettismo. Tutto cambia di nome e ci si ritrova a far parte di un Branco, ad essere lupetti e lupette e a giocare ed imparare con gli adulti che li guidano.

Il Lupettismo è un metodo educativo che ha come scopo quello di voler far crescere il bambino e la bambina rispetto alle proprie caratteristiche ed esigenze utilizzando le grandi esche del metodo scout come il gioco,  la vita all’aria aperta,vivere le esperienze in un clima sereno chiamato Famiglia Felice, il tramando dell’esperienza e l’imparare facendo.

I nostri lupetti e lupette crescono in 4 anni di Branco grazie ai giochi e alle attività pre...
Read More
Adesione alla Promessa e alla Legge

Adesione alla Promessa e alla Legge

Lo Scautismo è basato su tre chiari principi che rappresentano le sue leggi e le sue convinzioni fondamentali. Essi sono indicati come: “dovere verso Dio”, “dovere verso gli altri”, “dovere verso sé stessi”.

Il primo principio riguarda il rapporto di una persona con i valori spirituali della vita (in particolare l’intero approccio educativo dello Scautismo consiste nell’aiutare i giovani a trascendere il mondo materiale ed a ricercare i valori spirituali della vita, come opportunità  anche per chi è nel Dubbio);
il secondo il rapporto con la società  nel senso più ampio del termine;
il terzo riguarda gli obblighi che ognuno ha verso la propria persona.

I principi relativi alla dimensione spirituale, sociale e personale costituiscono le le...

Read More
Il Metodo Educativo degli Scout

il Metodo Educativo Scout

Il metodo educativo scout permette di offrire degli strumenti pedagogici che sono stati sperimentati in tutto il mondo e che, ovunque, si sono dimostrati efficaci per la trasmissione di valori e per la formazione di futuri cittadini responsabili, che sanno effettuare delle scelte e che sono in grado di condurre la propria vita secondo principi di rispetto reciproco, fratellanza e impegno personale.

Il metodo scout è un sistema di autoeducazione progressiva; che si sviluppa attraverso tre concetti fondamentali:

Legge e Promessa – sono gli strumenti di base per la formulazione dei principi dello scautismo, hanno un forte valore educativo: il/la giovane si impegna personalmente di fronte agli altri a rispettare, al meglio delle proprie capacità , un ben defi...

Read More
Carta d’identità associativa

Carta d’identità associativa

UNA SCELTA DI FONDO: ESSERE LAICI PER POTER SCEGLIERE
Il percorso educativo è orientato a stimolare il cammino personale di crescita di ciascuno per giungere ad essere protagonisti delle proprie relazioni personali e sociali, e capaci di accogliere le diversità favorendo il superamento degli stereotipi e i luoghi comuni incentivando il dialogo e l’interiorizzazione dei valori.

UNO SGUARDO ATTENTO AI GIOVANI E AI LORO DIRITTI
Nel CNGEI consideriamo i diritti della persona come elemento irrinunciabile nell’educazione dei giovani.
Consideriamo i diritti un insieme di opportunità e garanzie che permettono di esprimere se stessi e di agire attivamente all’interno di una società democratica.
Nell’ottica del miglioramento della qualità sociale il CN...

Read More