San Giorgio: Reparto Rams, Ve1

Anche quest’anno si è concluso il S. Giorgio la forte Marghera per gli scout del Venezia 1.

Come di consuetudine si è iniziato con il quadrato di apertura dove è stato fatto l’alzabandiera ed è stato augurato una buona uscita a tutti. Rotto il quadrato, le branche si sono divise ed ognuno ha seguito le indicazioni dei propri capi unità. Gli esploratori si sono recati negli appositi posti per poter montare le proprie tende, in cui passeranno poi la notte. Finita questa operazione e aver avuto un po’ di meritato tempo libero tutti i ragazzi hanno mangiato la cena al sacco fornita dai rispettivi genitori e verso le 21 tutta la sezione si è ritrovata dietro alla sede per l’ordinario fuoco di Bivacco.

 

 

Il tema era, appunto, S. Giorgio. La legenda narra che In una città della Libia vi era un grande stagno, tale da poter nascondere un drago, il quale, avvicinandosi alla città, uccideva con il fiato tutte le persone che incontrava. I poveri abitanti gli offrivano per placarlo, due pecore al giorno ma quando queste cominciarono a scarseggiare, furono costretti ad offrirgli una pecora e un giovane tirato a sorte.

 

 

Un giorno fu estratta la giovane figlia del re, la principessa Silene. Questi terrorizzato offrì il suo patrimonio e metà del regno, ma la popolazione si ribellò, avendo visto morire tanti suoi figli. Dopo otto giorni di tentativi, il re alla fine dovette cedere e la giovane fanciulla si avviò verso il grande stagno per essere offerta al drago. In quel momento passò di lì il giovane cavaliere Giorgio, il quale saputo dell’imminente sacrificio, tranquillizzò la principessa, promettendole il suo intervento per evitarle la brutale morte, e quando il drago uscì dalle acque, sprizzando fuoco e fumo dalle narici, Giorgio non si spaventò, e affrontandolo lo trafisse con la sua lancia, ferendolo e facendolo cadere a terra.

 

 

Finito il fuoco, tutti sono tornati a seguire le indicazione dei propri capi. Un esploratore del Venezia 1, durante questa notte, è anche entrato a far parte ufficialmente del reparto Rams. Verso le 23:30 ognuno si è recato alle proprie “basi “a dormire. L’indomani mattina, fatti gli urli di branco, reparto e compagnia è stata annunciata l’attività. Questa del 23 aprile 2017 è una giornata completamente dedicata al servizio e tutto è stato reso possibile grazie ai volontari della protezione civile.

Divisi in gruppi misti i ragazzi giravano per 7 basi, ognuna dedicata a una materia in particolari. I ragazzi raccontano la loro esperienza; “Una giornata così mi porta in più la consapevolezza che si può fare la differenza anche se minima” racconta una esploratrice; “bello e diventerà sempre più belo perché diventiamo sempre più indipendenti” è invece il parere di un altro esploratore del reparto 3.

 

 

Insomma la giornata si è conclusa nel migliore dei modi, ringraziando, ridendo e mangiando tutti insieme. Nel pomeriggio sono state smontate le tende e fatto il quadrato di chiusura dove sono state consegnate le relative progressioni. Finito tutto ognuno si è messo lo zaino in spalla, pronto a tornare a casa, un po’ più grande del giorno precedente.

 

Bresin Giulia
Reparto Rams, Ve1

 

 

 

 

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>