Chi sono gli ADULTI SCOUT?

Un nuovo gruppo ha preso il largo nelle agitate acque del mondo adulto Cngei

E’ l’aggiornamento di quello che fino adesso ha operato nello scorso anno e che adesso è composto da 8 volenterosi che  hanno deciso di continuare il cammino per cercare di ridefinire oggi il ruolo dell’adulto nella nostra associazione.
Elena Esposito, Monica Mondini, Alessandro Degl’Innocenti, Giovanni Cavaiolo, Francesco Mitolo, Maria Luisa Parisi., Daniele Monopoli, Sarah Vacondio, a cui si aggiungono la preziosa collaborazione di Franca Traversa e Piercarlo Porporato come referenti del Consiglio Nazionale
Il gruppo, in questa sua nuova versione, riparte con l’intento di ricalibrare il concetto dell’Adulto CNGEI, nelle sue esperienze e motivazioni, compreso il suo ruolo  nella nostra associazione.

Abbiamo riflettuto sul significato di adulto e sul ruolo che esso ricopre in Associazione. Per cui  se “Adulto è colui che si prende cura di”, detto in termini inglese “I care”, e se il percorso che compie nella nostra associazione vede due momenti fondanti 1) di sperimentazione dell’”I care” e, dopo l’iscrizione, 2) di vivere attivamente il momento dell’”I care”  si è passato a riconsiderare secondo queste due prospettive i 4 momenti in cui l’Adulto vive il suo percorso di consapevolezza del proprio ruolo: Io e le mie motivazioni
(chi sono io e perché sono qui e come esprimo il mio volermi impegnare), Io e gli altri (chi sono i miei compagni di viaggio e l’ambito in cui agiamo secondo il progetto di clan), Io e l’educazione (il mio ruolo e la sua valenza educativa e il mio essere esempio costante), Io e la carta d’identità  (il mio sperimentarmi nei suoi valori e il mio essere testimone nel quotidiano).
L’elaborazione del lavoro ha visto quindi il costituirsi di una definizione dell’adulto che si avvicina allo scoutismo, che per il CNGEI si può esplicare così :

Chi è il Senior: Egli è un adulto che crede nello scoutismo laico e contribuisce ad educare il buon cittadino, che sceglie di avere un ruolo attivo nella sezione e/o nell’associazione in qualsiasi modo, tempo e impegno secondo le proprie esperienze, le proprie capacità e le proprie risorse.

Le motivazioni che lo portano ad avvicinarsi e/o a permanere all’interno dell’associazione sono più o meno elencabili così:

  • Ricaricarsi
  • Valori condivisi
  • Investire sui giovani
  • Curiosità e divertimento
  • Affezione alla Sezione
  • Nostalgia degli scout
  • Per restituire ciò che si è ricevuto
  • Per arricchire gli altri ed arricchire se stesso
  • Per fare volontariato
  • Per dare sfogo al suo bisogno d’appartenenza ad un gruppo
Le difficoltà che l’adulto incontra nello svolgere il suo ruolo di Senior nel Clan si possono ricondurre a questi fattori:
  • Diversità di età
  • Diversità di background
  • Nessun momento di gratificazione
  • Difficoltà a conciliare le esigenze della Sezione/Gruppi con quelle del Clan
  • Troppi obblighi
  • Sensazione di “essere stato incastrato”
  • Mancanza di risposta a ciò che viene richiesto a livello emozionale/pratico

OBIETTIVI
Tenendo presente l’analisi sopra esposta e tenendo conto che la funzionalità operativa del gruppo di lavoro, è finalizzata al reale crescita delle risorse adulte dell’associazione, gli obiettivi che chiaramente questi si prefigge di realizzare sono i seguenti

Obiettivo Generale : Ridefinire la politica della gestione delle risorse Adulte

Obiettivi specifici
• Favorire la nascita di uno spirito nazionale di coesione tra clan, e all’interno del clan stesso  che permetta alle sezioni di avviare un processo di rinnovamento e crescita nello strutturare la loro politica di gestione delle risorse adulte
• Creare una stabile rete fiduciaria ed interattiva con la base e con le figure educative e  formative dell’associazione, sia a livello locale che nazionale e che faciliti il rilancio del Settore Senior Nazionale  come punto di riferimento per le sezioni
• Definire, interagendo con tutte le figure associative, la figura e i compiti del Coordinatore Senior
• Aggiornare, individuare, fare conoscere e regolamentare quegli strumenti  formativi e non (siano essi istituzionalizzati o meno),  parte della politica, delle risorse adulte (percorso senior, progetto di servizio, progetto di clan, ecc.)
• Verificare se il Settore Senior sia un reale aiuto e un reale punto di riferimento per la politica associativa sulle risorse adulte e in caso affermativo individuarne le modalità
• Creare, insieme alle Consulte, le condizioni affinché in ogni regione sia presente un Coordinatore Senior Regionale e definirne caratteristiche e compiti
• Definire, interagendo con la Cocon Rover, un percorso che faciliti nei rover, che prendono la partenza, la comprensione del loro futuro ruolo di adulti
• Aiutare le sezioni, con supporti di vario tipo, a superare la barriera generazionale che spesso si viene a creare nei clan
• Chiarire il ruolo sinergico che le figure sezionali (CdS,Coord. Senior, capo Gruppo, Psez.) hanno nella strutturazione e nella realizzazione del PerCorso Senior

La realizzazione del lavoro chiaramente prevede, per l’attuazione nella sua fase operativa, un periodo globale di almeno un triennio. , calcolando una sua piena realizzazione in un periodo doppio di 6 anni.
Ogni singolo obiettivo avrà delle proprie tempistiche e tempi di attuazione con step periodici di verifica ed eventuale ricalibratura, potenziamento e/o prolungamento.
Seguente alle prima fase di lancio e di applicazione, si ipotizza già un secondo periodo di mantenimento e perfezionamento per rendere stabili i risultati ottenuti

Per cui le prime azioni che andremo a svolgere in questo anno scout sono

AZIONI e TEMPI
Obiettivo 1e 2 : rilanciare nella forma e nei contenuti il forum. Referente Giovanni  Entro gennaio
Strutturare un progetto di coinvolgimento ed interazione tra i clan alle occasioni di primavera  Referente Alessandro Entro gennaio febbraio

Obiettivo 3e 2 : individuazione delle caratteristiche e dei compiti del coordinatore senior da condividere prima con il gruppo poi con la Cocon di Formazione  Referenti Elena / Momò / Francesco / Maria Luisa Entro febbraio l’interazione con il gruppo
entro l’incontro di For l’interazione con la Cocon

Obiettivo 4 e 2 : avere un’analisi della sulla conoscenza e suo utilizzo del percorso senior nelle realtà sezionali attraverso un questionario presentato alle Consulte o ai Coordinatori Regionali o alle singole sezioni Referenti Sarah / Francesco Entro primi gennaio per la semplificazione del questionario
Referente il gruppo Entro il 1 Marzo “per i risultati definitivi”

STRUMENTI
Forum, questionario, incontri a tema, brainstorming,  contatti diretti con tutte le figure associative, ecc.

INDICATORI DI VERIFICA
Obiettivo 1 e 2  numero di clan che partecipano alle occasioni di Primavera
numero di attività presentate dai clan in quell’incontro
Obiettivo 3 e 2  la scheda con le caratteristiche stesse
Obiettivo 4 e 2 numero di questionari ritornati

fonte: CNGEI 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>